Una delle doti migliori in cucina è saper sfruttare i prodotti a disposizione fino all’ultima briciola. Anche ciò che risulta scarto da buttare in realtà può essere recuperato e messo a rendita.[banner]Sapevate ad esempio che tanti vegetali possono essere “rigenerati” all’infinito senza alcuno sforzo? Cipolle, sedano, zenzero, carote, ananas sono solo alcuni prodotti che è possibile acquistare una volta e poi non acquistare più!

Basta conservare ciò che generalmente verrebbe buttato via e curarlo il giusto necessario a far ricrescere la pianta. Non occorre un orto, non serve grande impegno, non è necessario avere il pollice verde. Quasi sempre il trucco è lo stesso: lasciare in ammollo le radici, il gambo o il germoglio per qualche giorno e poi piantare in vaso.
Vediamo nel dettaglio come procedere caso per caso!

Cipolline
Adorate cipolline fresche! Per averne sempre a disposizione basta immergere la calotta finale completa di radici in un vasetto d’acqua, che non dovrà però ricoprirla completamente; cambiate l’acqua quotidianamente e nei successivi 3-5 giorni vedrete avvenire la ricrescita.
cipolline

Cipolla
Per la cipolla il procedimento avviene direttamente in terra: piantare la parte finale e coprirla con terreno umido; quando vedrete spuntare le cime verdi dal terreno, con molta delicatezza separate ogni germoglio dall’altro avendo cura di non rimuovere le radici e ripiantateli a distanza uno dall’altro di qualche centimetro. Per favorire la crescita, si consiglia di tanto in tanto di tagliare le foglie in cima. Per assaporare i frutti del lavoro occorrerà attendere anche fino a 5 mesi, al termine dei quali avrete ottenuto delle saporitissime cipolle fatte in casa!

cipolla

Aglio
Quel vecchio spicchio d’aglio che ha iniziato a cicciare non buttatelo assolutamente! Piuttosto interratelo lasciando fuori la punta germogliata e fate in modo che il vaso sia disposto in un punto ben soleggiato.

aglio

Sedano, lattuga, insalata
Per coltivare in vaso verdure come sedano e lattuga è necessario conservare il torsolo della pianta, quello che generalmente butteremmo via, in un paio di dita d’acqua. Di tanto in tanto poi potrà essere utile vaporizzare la parte superiore della pianta: due volte a settimana spruzzate l’acqua sulla cima e in pochi giorni vedrete spuntare le nuove foglie proprio al centro del torsolo. Appena la pianta si sarà rigenerata abbastanza, piantatela in vaso, interrando solo il torsolo e lasciando scoperte le foglie: in poco tempo la pianta sarà completamente cresciuta!

sedano

Zenzero
Lo zenzero è la radice più facile da far ricrescere! Prezioso alleato contro infezioni e influenze, lo zenzero dona sapore speciale ai piatti sia dolci che salati. Immergetene un pezzo in un vasetto d’acqua e lasciatelo in ammollo per tutta la notte, quindi piantatelo avendo cura di porre in basso la parte di radice dove in controluce si noteranno essersi create delle piccole radici. Annaffiate regolarmente e vedrete che in una settimana sarà già spuntato un germoglio fuori dal terreno! L’aspetto divertente è che a questo punto potrete estrarre dal terreno lo zenzero, tagliarne un pezzo se vi occorre, e ripiantarlo senza conseguenze: la pianta continuerà a crescere !

zenzero

Ananas
Per rigenerare l’ananas basta avere cura del ciuffo! Una volta rimosso dal frutto, immergerlo in acqua per un paio di settimane. Una volta formate le radici sotto al ciuffo, piantarlo in vaso: la pianta inizierà a crescere immediatamente, ma per raccogliere i primi frutti ci vorrà un po’ di tempo.
ananas

Carote e altro
Abbiamo capito che il principio di partenza per rigenerare le verdure sia quello di conservare in acqua lo scarto della pianta fino a che si siano formate delle piccole radici, che consentiranno quindi di piantarla in vaso.
Seguendo questa regola non c’è limite alla produzione in casa di vegetali e ortaggi!
Carote, insalate, erbe aromatiche non andranno più sprecati.