Le piante, gli alberi, la natura che ci circonda sono una meravigliosa orchestra musicale in grado di generare musica e ritmi assolutamente unici.
Ce ne ha dato dimostrazione Diego Stocco, sound artist italiano che ha campionato i rumori della natura, traducendoli in meravigliosa musica!

Oggi vi raccontiamo di un altro artista che del connubio tra suono e natura ne ha fatto il suo successo: stiamo parlando di Bartholomäus Traubeck, autore tedesco dell’album Years, che si sta facendo conoscere nel panorama internazionale per l’aspetto particolare e innovativo del sistema su cui basa la sua musica.

Traubeck ha infatti ideato e costruito un giradischi innovativo, in grado di suonare dischi di legno:  Bartholomäus ha ingegnosamente attribuito alle caratteristiche di questo materiale (come forza, spessore degli anelli, etc) alcuni suoni che vengono letti da un laser che sostituisce la funzione della puntina. Sul giradischi perciò girano 33 giri in legno, ricavati da tronchi d’albero circolari, in grado di produrre musica grazie ad un particolare algoritmo che governa un computer, una micro-telecamera e una piccola luce led che analizza la composizione del disco.

Il programma ha permesso di legare alle colorazioni e alla struttura del pezzo di legno una gamma definita di suoni.
Il risultato? E’ come se udissimo un albero che ci racconta di sé!
Questa geniale intuizione ha dato origine ad una raccolta di 7 brani derivati dalla lettura musicale di altrettante specie di alberi.
L’intero album è acquistabile su Bandcamp