La pulizia del WC: un compito spiacevole quanto necessario che tutti noi ci troviamo ad affrontare nel quotidiano. Può sembrare un argomento un po’ disdicevole, eppure ogni giorno ci capita di sprecare litri e litri di acqua per restituire il giusto decoro al nostro bagno dopo l’uso e, in più, siamo costretti ad affidarci ad uno strumento non solo brutto a vedersi, ma anche molto antigienico: lo scopino.E se invece fosse possibile detergere il water con un sistema divertente, efficace, ecologico e perfettamente sicuro per la nostra salute?
20170118_223124_resizedÈ proprio la domanda che si è posta la Wess Italia, trovando poi risposta in un sistema semplice e geniale al tempo stesso: Wizzo, il nuovo accessorio per la pulizia del WC, che nasce ispirandosi allo stesso meccanismo delle pistole ad acqua giocattolo.

L’idea di partenza è molto semplice: Wizzo, un oggetto metallico con la forma di un sottile cilindro, eroga un getto d’acqua compressa molto sottile, che con precisione rimuove le impurità dall’interno del vaso sostituendo la funzione dello scopino. Con questo sistema, viene meno qualunque contatto con lo sporco e, così, tutti i germi e le impurità presenti nel WC rimangono limitati al suo interno.

Wizzo promette inoltre di ridurre i consumi di acqua in bagno. In effetti, lo scarico del WC è causa dello spreco di litri e litri di acqua nelle case di tutti noi, spesso, proprio a causa della scarsa efficienza dello scopino e della necessità di essere pulito, a sua volta, dopo l’uso.

Ma come funziona esattamente Wizzo? Per capirlo e per valutarne in prima persona l’efficacia, abbiamo deciso di provarlo per voi e recensirlo sulle nostre pagine.

Come è fatto Wizzo
La prima caratteristica di Wizzo che ci colpisce estraendolo dalla sua confezione in cartoncino azzurro è la forma curiosa: questo scopino per il WC di nuova generazione è composto sempre da due elementi, una basetta di supporto e un’asta in metallo con un meccanismo a stantuffo che ricorda molto una pompetta. Quella che in realtà è la “lancia” che genera il getto d’acqua pulente presenta da un lato un piccolo ugello e dall’altro un’impugnatura di forma sferica.
Wizzo viene reclamizzato come “scopino di design” ed in effetti lo stile di questo accessorio è innegabilmente ricercato e moderno: la basetta, di forma cilindrica e in plastica satinata, è disponibile in vari colori (tra cui la tonalità scelta da noi, il grigio scuro) mentre la lancia, realizzata in acciaio e alluminio, rimane uguale per tutti i modelli. Le linee essenziali, le forme geometriche e i colori neutri rendono Wizzo un oggetto molto sobrio, caratteristica che troviamo sicuramente apprezzabile.
Il peso di Wizzo è molto contenuto e la lancia, compatta e facile da impugnare, appare piuttosto solida.

Come funziona Wizzo
All’interno della confezione di Wizzo troviamo anche le istruzioni per il suo uso e alcune avvertenze importanti per mantenerlo sempre pienamente efficiente. In realtà, il funzionamento è piuttosto intuitivo: prima di ogni uso, Wizzo si ricarica di acqua con un semplice gesto e, in un secondo momento, occorre solo impugnarlo e azionare il flusso pulente orientandolo verso lo sporco presente nel WC. Nella basetta di Wizzo deve sempre essere presente l’acqua utile per la ricarica. Per aggiungerla, ci limitiamo a posizionare il nostro Wizzo sotto al flusso del rubinetto: grazie alle fessure disposte a raggiera nella parte superiore del contenitore, non occorre nemmeno sfilare la lancia dalla basetta.
Come consigliato dalle istruzioni, usiamo solo acqua fredda, senza aggiungere detergenti o altri prodotti.

Wizzo deodora-ambienti
Abbiamo voluto provare la funzione extra offerta da Wizzo, quella di profumatore per ambienti: svitando il coperchio situato nella parte superiore della lancia, si può alloggiare nel piccolo spazio sottostante un cordino di cotone, precedentemente imbevuto con un olio essenziale a scelta (nel nostro caso, di limone).
Quando è il momento di adoperare Wizzo, come prima cosa azioniamo il meccanismo di ricarica: basta premere verso il basso il pomello della lancia e attendere che l’asta mobile completi il suo movimento di risalita, giungendo a fine guida. È in questo momento che l’aria attraversa l’asta e, fuoriuscendo dalla parte superiore, libera nel bagno il fresco profumo di limone dell’olio essenziale. Bastano pochi attimi e Wizzo è pronto per l’uso: a questo punto, premiamo il tasto dello scarico e, mentre il flusso agisce, puntiamo la lancia verso l’interno del WC e sprigioniamo il getto igienizzante comprimendo il meccanismo a stantuffo. Prima di riporre Wizzo, occorre solo scaricarlo del tutto.

La nostra opinione sull’efficacia di Wizzo
L’azione pulente di Wizzo sicuramente sorprende: basta una pressione molto leggera del palmo sul pomello per azionare un getto sottile quanto forte, che in un unico passaggio cancella tutte le impurità, senza mai bisogno di ricorrere più volte di seguito allo sciacquone. Anche sul fronte dell’igiene, Wizzo non tradisce le promesse: tra i residui presenti nel WC e la lancia non c’è nessun contatto diretto e così viene meno il pericolo di contaminazione, che invece è scontato quando si utilizza il normale scopino. Pur nella semplicità della sua funzione, Wizzo permette davvero di ottimizzare i consumi di acqua in bagno: azionando 2-3 volte in meno del solito lo sciacquone, in alcuni casi è possibile risparmiare dai 30 ai 40 litri al giorno. In più, durante l’uso, Wizzo non produce schizzi antigienici e non goccia mai sul pavimento del bagno: la forza del getto d’acqua è tale da agire in maniera chirurgica, rimuovendo lo sporco con estrema precisione da qualsiasi angolo del vaso sanitario. L’unica accortezza necessaria è quella di orientare bene il flusso verso l’interno del WC. In generale, con un po’ di pratica l’uso di Wizzo diventa ancora più semplice di quello dello scopino tradizionale, con il vantaggio che questo accessorio è perfettamente sicuro anche per i bambini. Inoltre, la possibilità di profumare il bagno con un sistema completamente naturale e assolutamente discreto appare una funzione aggiuntiva davvero apprezzabile.

Dove si compra Wizzo
Per acquistare Wizzo occorre visitare l’e-shop ufficiale: sul portale è possibile registrare un’utenza in pochi minuti e acquistare in modo sicuro il numero di articoli desiderato, ricevendo l’ordine direttamente a casa propria. Attualmente, il numero di modelli di Wizzo tra i quali è possibile scegliere è ancora limitato, ma per i prossimi mesi Wess Italia ha in programma il lancio di nuove varianti, che differiranno non solo nelle combinazioni cromatiche, ma anche nei materiali impiegati per la basetta. L’obiettivo dichiarato dall’azienda, infatti, è quello di creare linee adatte a qualunque stile di arredo, dal rustico al raffinato.

 

In conclusione, Wizzo è sicuramente un accessorio che ci sentiamo di consigliare a chi è in cerca di un modo nuovo e simpatico per provvedere alla pulizia del WC, ma anche di un oggetto adatto ad arredare con gusto il bagno.