Mentre in Italia ancora facciamo fatica a sostenere ciclisti e progetti di città car-free, in Germania la situazione è assai diversa, certamente invidiabile da parte di bike lovers, ma anche di pendolari e cittadini.
Proprio qui infatti è stata inaugurata la prima autostrada ciclabile al mondo!Intitolata Radschnellweg (letteralmente traducibile proprio come “autostrada ciclabile”), la superstrada mira a facilitare gli spostamenti di lunga percorrenza, garantendo massima sicurezza e perfetta viabilità: lungo tutto il tragitto sono state ridotte al minimo curve e semafori realizzando un percorso lineare e sicuro, grazie anche all’asfalto nuovo di zecca e alla netta separazione tra pista ciclabile e strada pedonale.
La superstrada infatti è ampia 6 metri e consente sorpassi rapidi e non pericolosi.

mh_ruhrbruecke_kopie_ii

Per ora è possibile percorrere solo il primo tratto di autostrada, la RS1, un tracciato di 20 km che collega Essen e Duisburg, seguendo il percorso dove prima correva la vecchia ferrovia ormai in disuso. Si è scelto di testare il nuovo esperimento proprio qui non a caso: la zona rappresenta uno snodo cruciale per tutti i pendolari che lavorano nella regione industriale della Ruhr.
A lavori terminati, la Radschnellweg avrà uno sviluppo di 101 km e arriverà fino ad Hamm.

pista-ciclabile-veloce-germania-02-541x202

Una vera rivoluzione per ciclisti e pendolari che sta contagiando il resto d’Europa: anche l’Inghilterra e l’Olanda stanno lavorando a progetti simili che nell’arco di pochi anni porteranno la bici ad essere il mezzo favorito per spostamenti sia brevi che lunghi e le città quasi sgombre da auto e da smog!