Da oggi nuotare con una balena non sarà più un sogno irrealizzabile! In Australia dal prossimo anno sarà possibile immergersi insieme alle megattere per ammirarle da vicino in assoluta sicurezza.

ningaloo-marine-park-whale-shark (1)L’iniziativa è del Parco Marino di Ningaloo e il progetto partirà in via sperimentale da giugno prossimo per capire se i tour potranno diventare un’attrattiva permanente. Ai visitatori non sarà permesso toccare le balene, ma gruppi di 10 persone per volta potranno immergersi per incontri “ravvicinati”: 4 metri da un esemplare fermo e 30 da uno in movimento.
Albert Jacob, Ministro dell’Ambiente del Western Australia, ha precisato che nessuno si immergerà in presenza di una femmina con il suo cucciolo o di balene a riposo nel Golfo di Exmouth. Le immersioni avverranno perciò nel totale rispetto degli animali e con l’obiettivo di incrementare il turismo “eco”, un settore già fortemente attivo in Australia ed economicamente proficuo: secondo il Guardian, ogni anno sarebbero almeno 23mila i turisti che scelgono questa meta per praticare immersioni con squali balena (una specie non pericolosa, che si nutre solo di palncton), portando nelle casse dello Stato australiano quasi 6 milioni di dollari!