Tutti sanno che fare attività fisica dovrebbe rientrare tra le abitudini di ognuno di noi per i numerosi benefici che lo sport apporta nella vita quotidiana e non solo. Come si legge sul sito del Ministero della Salute, muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona; gli studi scientifici che ne confermano gli effetti benefici sono ormai innumerevoli e mettono in luce che l’attività fisica riduce e previene diverse malattie (diabete, ipertensione, pressione arteriosa, colesterolo), diminuisce il rischio di infarto e di malattie cardiache e tumorali, limita lo sviluppo di osteoporosi e di disturbi muscolo-scheletrici, migliora condizioni di stress, ansia e depressione e previene – soprattutto tra i giovani – comportamenti a rischio come l’uso di tabacco e alcol.
In ultimo, ma non meno importante, fare costantemente attività fisica diminuisce il rischio di obesità: non si tratta di una banale questione estetica, ma di vivere in armonia fisica e mentale con il proprio corpo! D’altronde ce lo insegnano i nostri lontanissimi antenati: mens sana in corpore sano.

Certo, nonostante medici ed esperti continuino ad invitare tutti noi a fare sport, non sempre durante la giornata risulta facile ricavare il giusto tempo da dedicare allo sport. In nostro aiuto arriva da oltreoceano una ricerca pubblicata qualche tempo fa sul giornale del College Americano di Medicina Sportiva che spiega come allenarsi quotidianamente impiegando solamente 7 minuti: in pratica si tratta di un ciclo di 12 esercizi che richiedono solo una sedia e un muro e che promettono di far raggiungere risultati pari ad un allenamento ad alto sforzo, senza sentire troppa fatica.

“Grazie al nostro studio abbiamo imparato che il controllo dell’energia è la chiave per sostenere alte prestazioni” affermano gli autori della ricerca. “Creare un ciclo di esercizi aerobici e di resistenza è una delle strategie che suggeriamo per espandere la propria energia fisica e per prevenire la fatica; un altro consiglio è di usare il peso del corpo dome resistenza”.
Il ciclo analizzato combina proprio training aerobici e di resistenza in un singolo esercizio che dura in totale 7 minuti: un nuovo concetto che fa lavorare il corpo in alta intensità, che fa raggiungere risultati straordinari in molto meno tempo rispetto ai programmi di fitness tradizionali e che garantisce un miglioramento muscolare pari a diverse ore di corsa o bicicletta.
L’importante è prendere fiato tra un movimento e l’altro, in modo da far riprendere metaforicamente fiato ai muscoli!

Come funziona
12well_physed-jumboL’esercizio da 7 minuti è composto da 12 movimenti che vanno eseguiti in rapida successione: ogni singolo movimento va eseguito per 30 secondi e tra un movimento e l’altro bisogna rispettare una pausa di 10 secondi per far riposare i muscoli.
I singoli esercizi che compongono il ciclo devono essere eseguiti in rapida successione e per ottenere il massimo dei benefici l’intensità deve aggirarsi intorno a 8 su una “scala del dolore” che va da 1 a 10 (in pratica, bisogna faticare e sudare).

1 – Saltare sul posto, aprendo e chiudendo contemporaneamente braccia e gambe
2 – Poggiare la schiena contro un muro e far finta di sedersi su una sedia, in modo da avere le gambe ad angolo retto, e mantenere questa posizione per 30 secondi
3 – Eseguire a terra delle flessioni, facendo attenzione a mantenere la schiena ben dritta
4 – Sdraiarsi a terra ed effettuare un ciclo di addominali; nota bene: il busto va alzato da terra di circa 45° rispetto al pavimento
5 – Salire e scendere da una sedia, alternando la gamba con cui si compie il primo passo
6 – Eseguire uno squat, cioè divaricare le gambe, piegare le ginocchia per scendere, quindi risalire e ripetere per 30 secondi
7 – Aiutandosi con una sedia, compiere dei movimenti di flessione del tricipite
8 – Sdraiarsi a terra, mantenendo il corpo sospeso poggiandosi sugli avambracci; mantenere questa posizione per 30 secondi
9 – 30 secondi di corsa sul posto a ginocchia alte
10 – Mani in vita, compiere degli affondi prima con una gamba, poi con l’altra
11 – Compiere il movimento di una flessione, aggiungendo in fase di risalita la distensione verticale del braccio, aprendolo e portandolo in alto
12 – Sdraiarsi su un fianco e tenere il corpo in diagonale, rimanendo poggiati sull’avambraccio per 30 secondi

Un ultimo consiglio: questo tipo di esercizio è utile quando si ha poco tempo a disposizione, ma sapersi concedere una pausa più lunga, passeggiando all’aria aperta o facendo un giro in bicicletta, rimane – a nostro avviso – il miglior modo per ristorare la mente e mantenere attivo il corpo!