Nella scelta dei fiori, ciò che prima colpisce l’occhio senza dubbio è il colore. Il Dottor Dain L. Tasker, radiologo vissuto all’ inizio del secolo scorso, era attratto invece da un aspetto diverso: ciò che lo affascinava era la loro anatomia.Usando i raggi X per evidenziare le esili strutture di petali e foglie, Tasker diede vita ad eteree immagini prive di colore, molto più simili a delicati disegni ad inchiostro piuttosto che a radiografie!

Nato nel 1872 in una cittadina del Wisconsin, Tasker divenne radiologo primario presso un ospedale di Los Angeles. Qui, in quegli anni, la radiologia era una tecnica alle prime sperimentazioni; già appassionato di fotografia, Tasker presto unì il suo hobby alla carriera, concentrando tutto il suo interesse sulla macchina a raggi X.

Fu così che iniziò ad analizzare gli elementi floreali, indagando a fondo sulla loro essenza più intima e considerandoli come elementi singoli, invece che come parte di mazzi e bouquet. Ne risultò una serie di scatti eleganti e minimalisti, ma anche molto romantici!

Commentando il suo lavoro, una volta Tasker disse: “i fiori sono il modo in cui una pianta esprime il suo amore per la vita”. Non aveva forse ragione? Guardando le sue foto – esposte fino al 19 febbraio presso la Joseph Bellows Gallery in California – non potrete dargli torto!