Contro lo spreco di carta, ecco il giornale che si pianta dopo averlo letto

Contro lo spreco di carta, ecco il giornale che si pianta dopo averlo letto

Secondo l’Assocarta, ogni anno vengono avviate alla discarica in Italia oltre 800.000 tonnellate di quotidiani e periodici e circa 100.000 tonnellate di stampati la cui raccolta fornirebbe altrettanta materia prima di qualità alle cartiere italiane. Se rapportiamo questi dati al resto del mondo è facile intuire l’enorme spreco di carta che avviene quotidianamente a causa del consumo di giornali.




Per sensibilizzare i lettori circa questo problema, l’editore giapponese Mainichi Newspapers ha lanciato un quotidiano molto speciale, che può essere piantato dopo essere stato letto!

Composti esclusivamente di materiale naturale e riciclato, questi giornali sono realizzati con rifiuti cartacei ai quali, in fase di riciclo e prima di essere ristampati con inchiostri rigorosamente vegetali, vengono aggiunti piccoli semi. Così, una volta sfogliato il quotidiano, invece di gettarlo è possibile piantarlo e aspettare di veder spuntare dalle sue pagine tante deliziose piantine!

E’ chiaro che l’idea – seppur bellissima – non è poi così sostenibile e applicabile su scala mondiale. Il giornale da piantare infatti è stato ideato nel luglio 2015 nell’ambito di una campagna di comunicazione sviluppata dallo studio pubblicitario Dentsu  per Mainichi Newspapers. Un’operazione di grande successo, studiata anche nelle scuole durante le lezioni sull’ambiente!

Contro lo spreco di carta, ecco il giornale che si pianta dopo averlo letto